• Centro Inox Lombardo s.r.l.
  • info@cil-inox.com
Via Giovanni XXIII, 23

Cermenate (CO)

031 72 22 33

031 72 23 73

Tipologie di acciaio inossidabile

Tipologie e formati delle lamiere commerciali

 

Le lamiere, a seconda della tipologia, vengono impiegate in diversi ambiti.

La lamiera è un semilavorato metallico a forma piana, larghezza e lunghezza del pannello sono prevalenti rispetto allo spessore.

Possono essere utilizzate nella produzione di carrozzerie per veicoli, elettrodomestici, mobili metallici, trovando ampia diffusione soprattutto nelle costruzioni.

Possono essere sottoposte a tranciatura, piegatura, curvatura, imbutitura e tante altre lavorazioni.

In considerazione del loro spessore, le lamiere vengono suddivise in diverse categorie.

In base all’utilizzo potrai acquistare lamiere sottili, medie e grosse.

Così come per la carta, anche per indicare l’aspetto delle lamiere si utilizza il termine foglio, soprattutto se di spessori sottili (lamiere da coils).

Quando si parla di metalli preziosi o non ferrosi, viene chiamata piastra, lamina o lastra, anziché lamiera.

Per i fogli sottili si utilizza il termine lamierino, gli spessori inferiori a 1,5 mm vengono ricavati attraverso laminazione a freddo, quelli di spessore maggiore anche con processo a caldo.

Le lamiere grosse sono utilizzate soprattutto nel campo delle costruzioni, si caratterizzano per uno spessore superiore ai 5 mm, arrivando anche a toccare anche i 10 mm.

Nell’ambito delle costruzioni, le lamiere si distinguono in “piatti” e “larghi piatti”.

Le lamiere trovano impieghi diversi, in base al materiale in cui sono realizzate.

Le lamiere in acciaio e alluminio vengono utilizzate principalmente nella carpenteria metallica, nelle costruzioni meccaniche e in molti settori industriali.

Le lamiere in rame trovano impiego soprattutto nel settore elettrico, elettromeccanico e nella lattoneria.

Le lastre di ottone vengono impiegate nell’oggettistica, minuteria metallica, arredamento, orologeria, idraulica.

Il bronzo solitamente viene utilizzato per produrre manufatti artistici, rivestimenti, boccole, bronzine, valvole, pattini di scorrimento, pompe, molle, contatti elettrici.

Il mercato propone anche lamiere per coibentazione e copertura.

Fanno parte delle prime le lamiere nervate, con uno spessore tra gli 0,75 mm e gli 1,25 mm, ideali per accogliere i pannelli isolanti.

Dalle lastre di lamiera grosse è possibile ricavare numerosi prodotti derivati, tra i quali si ricordano travi e tubi, in diverse forme e dimensioni.

Esisstono altri formati delle lamiere commerciali come ad esempio, le lamiereforate”, che si distinguono per la presenza sulla superficie di vari fori (disposti a reticolato), il cui diametro raggiunge e, in diversi casi, supera, quello della lamiera stessa.

Tali lamiere, proprio grazie ai fori, permettono a una serie di elementi (solidi, liquidi o gassosi) di attraversare la superficie, rendendo il loro impiego vantaggioso nella realizzazione di sedie e complementi d’arredo, di paralumi e altri sistemi di illuminazione, oltre che di pannelli insonorizzati.



Ti piace questo articolo? Condividilo: